Qui Salute Magazine, torna ad occuparsi di Medicina Estetica, valorizzando l’importanza che questo argomento, rappresenta in materia di salute e benessere. Una ricerca continua dell’equilibrio tra corpo e mente. Una persona che sta bene con se stessa, è una persona che risulterà più sicura nel rapporto con gli altri. La Medicina di oggi, si occupa di raccogliere e soddisfare quelle che sono le esigenze dei pazienti, nel rispetto di questo principio. Cerchiamo quindi di capire meglio di cosa si tratta e lo facciamo grazie al contributo del Dott. Massimo Renzi, Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva e Medicina Estetica.

  • Facebook
  • cinguettare
  • LinkedIn
  • Pinterest

“ Studio e ricerco nuove tecniche per garantire il risultato migliore, usando metodiche meno invasive per poter mettere a proprio agio i miei pazienti”

Dott. Massimo Renzi – Chirurgia Plastica Ricostruttiva e Medicina Estetica

 

Medicina Estetica: la bellezza senza bisturi

La Medicina Estetica nasce dall’esigenza di preservare l’armonia dell’equilibrio psicofisico in relazione agli inevitabili segni del tempo. Si occupa di migliorare la qualità della vita, colmando il disagio generato da un inestetismo e ritrovando quell’autostima che permette alla nostra mente, di ritrovare serenità. Essa quindi comprende tutte le cure e i trattamenti medici, che pur riguardando l’estetica della persona, vengono eseguiti senza l’ausilio di tecniche chirurgiche, ma mediante trattamenti di altro tipo, meno invasivi. Si tratta fondamentalmente di un programma di prevenzione e correzione dei segni del tempo causati dall’invecchiamento cutaneo.

Tali inestetismi possono essere congeniti o acquisiti nel corso degli anni, anche in relazione allo stile di vita. Va ricordato infatti che uno stile di vita sano, aiuta a preservare la salute del nostro corpo, nel regime delle sue funzioni. Una dieta equilibrata è fondamentale per mantenere una pelle sana, lucida, elastica ed idratata. Col passare degli anni infatti, la pelle perde i suoi nutrienti, è un fattore fisiologico. Elastina, collagene e acido ialuronico, responsabili dell’elasticità, conferiscono un aspetto giovane e tonico e devono quindi essere reintegrati. La Medicina Estetica si occupa quindi di assicurare tramite micro-iniezioni, queste sostanze riassorbibili nella pelle a scopo riempitivo e tonificante.

  • Facebook
  • cinguettare
  • LinkedIn
  • Pinterest

Fillers: tutto quello che c’è da sapere!

Abbiamo visto che per migliorare l’aspetto della pelle è necessario ripristinare i suoi nutrienti. I fillers sono sostanze iniettabili di origine naturale o di sintesi, in grado di agire su rughe, depressioni e riduzioni del volume. Come abbiamo visto queste sostanze possono a loro volta essere divise in due gruppi: sostanze riassorbibili e non riassorbibili. Tra le sostanze riassorbibili troviamo l’acido ialuronico, il collagene e l’acido polilattico. Queste sostanze assicurano idratazione, tonicità e volume. Questo tipo di pratica non porta significativi effetti collaterali, purché ci si affidi sempre alle cure di uno Specialista e si facciano gli opportuni controlli prima di iniziare il trattamento.

Le sostanze non riassorbibili sono di solito formate da micro-sfere di polimeri acrilici, sospese in acqua o in acido ialuronico e trovano indicazione nelle situazioni di riempimento più profondo, con rughe accentuate, solchi e piccole depressioni. Trattandosi di sostanze semi-permanenti, la loro durata nel tempo è superiore, rispetto alle altre, ma anche in questo caso, vale il consiglio di affidarsi sempre alle cure di uno Specialista, che monitorerà lo stato di salute per evitare l’insorgenza di importanti effetti collaterali.

Pur trattandosi di interventi mini – invasivi, la medicina estetica non può essere praticata da personale non qualificato ed è importante analizzare il percorso da intraprendere, affidandosi alle cure di un Medico di fiducia. Il colloquio iniziale costituisce infatti una fase molto importante. Attraverso l’anamnesi vengono acquisite tutte le informazioni cliniche, utili a capire il tipo di approccio “tecnico”più adeguato, ma vengono messe in luce anche le eventuali debolezze, i disagi e le scelte che spingono un paziente a rivolgersi al Medico per migliorare il proprio aspetto. E’ un processo che richiede tempo e fiducia, ma senza mai perdere di vista il rispetto della propria immagine e l’armonia con noi stessi.