L’11 febbraio si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale per le Donne e le Ragazze nella Scienza.

Istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite ben 7 anni fa, questa tanto particolare quanto ricorrenza nasce in occasione del World Women’s Health and Development Forum, svoltosi nella sede Onu di New York il 10 e l’11 febbraio 2015. Dal 2016 l’International Day of Women and Girls in Science si celebra in tutto il mondo.

  • Facebook
  • cinguettare
  • LinkedIn
  • Pinterest

L’obiettivo

Lo scopo principe di questa giornata è quello di sensibilizzare e invitare gli Stati membri dell’Onu, le istituzioni e la società in generale a sostenere le ragazze nell’intraprendere studi che riguardano le discipline STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics), così da poter rafforzare la presenza femminile nel mondo scientifico.

Il gender gap

Secondo i dati diffusi da Save The Children, solo 1 ragazza su 8 si aspetta intraprendere professioni scientifiche: tra i maschi si parla, invece, di 1 su 4. Nella stessa Italia – come nel resto del mondo – il gender gap pesa ancora molto in questo senso, tanto che nuove proposte per colmarlo sono state previste anche all’interno del Recovery Plan.

A pesare notevolmente su questa situazione sono stereotipi e disuguaglianze di genere, unite alle mancanze di opportunità educative radicate nella storia e nella tradizione globale. Tutti limiti che si sta lavorando per scalfire, così da ridurre finalmente il gap e cercare di raggiungere la piena parità di genere nella carriera scientifica.

  • Facebook
  • cinguettare
  • LinkedIn
  • Pinterest