Il 9 febbraio ricorre l’undicesima Giornata nazionale degli stati vegetativi, celebrata per la prima volta nel 2011. Tale ricorrenza è stata istituita, su proposta del Ministro della Salute e con Direttiva del Consiglio dei Ministri, il 26 novembre 2010.

Questa particolare ricorrenza è dedicata alle persone in stato vegetativo e di minima coscienza.

9 febbraio 2011 – 9 febbraio 2022

Finalizzata a sottolineare la necessità di attenzione e informazione su questo tipo di disabilità – che coinvolge sia il malato che i familiari – tale Giornata è stata ideata per ricordare la morte di Eluana Englaro (avvenuta, per l’appunto, il 9 febbraio 2009) e per sensibilizzare la società circa i bisogni di tutte le persone in stato di minima coscienza.

Giornata mondiale degli abbracci: i benefici per corpo e mente