Novità al San Martino di Genova

All’ospedale policlinico San Martino, per la prima volta in Italia, è stato introdotto un innovativo percorso diagnostico che consente alle donne che hanno subito un intervento per tumore al seno di sottoporsi a tutti gli esami necessari, come mammografia, ecografia e eventuali biopsie, in un’unica giornata, con la possibilità di ricevere il referto immediatamente. Questo servizio è stato sviluppato da Massimo Calabrese, direttore dell’unità operativa di radiologia oncologica e senologica, in collaborazione con la Breast Unit del policlinico.

Grazie a questa nuova iniziativa, le pazienti non solo possono completare tutti gli esami in un’unica sessione e ricevere i risultati alla fine della visita, ma possono anche prenotare già il follow-up per l’anno successivo. Utilizzando un canale di prenotazione dedicato su Cup, gli appuntamenti per i controlli annuali verranno assegnati direttamente dopo la visita, comunicando con la donna tramite telefono o email nei giorni successivi.

Le dichiarazioni dell’assessore alla Sanità della Regione Liguria Gratarola

“Questo importante risvolto organizzativo nel percorso diagnostico della Breast Unit – dichiara l’assessore alla Sanità della Regione Liguria Angelo Gratarola – va nel solco di quanto Regione Liguria ha indicato agli ospedali liguri che hanno in cura pazienti oncologici ovvero di garantire la totale presa in carico della paziente al fine di perseguire in tempi rapidi puntualità e precisione. Così si evita – aggiunge Gratarola – quello che in gergo si definisce ‘effetto flipper’ ovvero la paziente va alla ricerca continua di prestazioni con enorme difficoltà e perdite di tempo. Il percorso seguito per le donne operate al seno è un esempio della politica sanitaria che verrà portata avanti anche in altre discipline quali ad esempio le patologie neurologiche e cardiovascolari”.

I parole dei protagonisti del San Martino

“Si tratta di un ulteriore tassello volto all’ottimizzazione e al miglioramento della qualità dei servizi offerti, per una completa presa in carico di queste pazienti, che potranno così lasciare il nostro Policlinico, dopo ogni visita di controllo, con maggiore serenità” afferma il direttore generale del San Martino Marco Damonte Prioli.

“Quello che più mi ha colpito nell’iniziare questo percorso per le donne operate è stata la loro felicità, soprattutto delle donne più anziane, che mi ringraziavano per averle consentito di andare a casa tranquille e di non dovere più peregrinare per telefonate o uffici per la prenotazione del controllo successivo – commenta Massimo Calabrese, direttore dell’unità operativa radiologia oncologica e senologica – gli occhi e i sorrisi di queste donne mi hanno ripagato di tutta la fatica fatta nell’organizzare e portare avanti un percorso che riguarda circa il 40% delle donne che trattiamo nell’Unità Operativa che dirigo. Ci tengo anche a ringraziare tutti i miei collaboratori, medici, tecnici, infermieri e amministrativi perché senza il loro impegno e i loro suggerimenti non ci saremmo mai riusciti, e non ultima la Direzione Aziendale che ha accolto con entusiasmo la nostra proposta”.