L’autore di “The Bad Doctor” ha centrato il suo obiettivo, ossia rappresentare la lotta interiore di chi soffre di disturbo ossessivo compulsivo.