Dietologi, dietisti e nutrizionisti devono conoscere i segnali di disturbi alimentari perché possano inviare i pazienti in psicoterapia quando necessario