A seguito di un danno al lobo frontale vengono alterati processi come motivazione, pianificazione, comportamento sociale e produzione del linguaggio