Oggi Qui Salute Magazine, ci aiuta a comprendere l’importanza di una figura di riferimento familiare che talvolta viene data per scontata, in quanto necessaria, ma che rappresenta una finestra fondamentale nel dialogo e nell’assistenza dei pazienti domiciliari con gli operatori sanitari: il Caregiver!

L’assistenza dei malati affetti da patologie croniche infatti, può essere organizzata in regime domiciliare. Spesso questi pazienti necessitano di cure palliative, che consente di poterli gestire al di fuori di strutture attrezzate, ma che necessitano comunque di una figura assistenziale, in grado di provvedere al loro stato di salute in modo attento e accurato. E’ per questo che diventa fondamentale per l’operatore sanitario, l’immediata individuazione di una figura di riferimento e capire con chi potersi interfacciare così da intraprendere una collaborazione attiva, mirata alla cura e al benessere del malato. Questa figura, prende il nome di caregiver, letteralmente colui che si prende cura”.

Prestare assistenza ai propri cari in modo continuativo, non è mai un’esperienza semplice, ci si trova spesso in situazioni difficile e gravose, dove oltre alla stanchezza fisica possono subentrare stati d’animo contrastanti, di sconforto o solitudine. Si tratta di un impegno costante che non può essere rimandato. Talvolta si ha la fortuna di avere un supporto che possa in qualche modo, integrarsi nel ruolo e consentire a chi presta assistenza, la possibilità di portare avanti la propria quotidianità, favorendo la possibilità di ritagliarsi spazi personali o momenti di svago.

Spesso questo ruolo di “supporto”, di aiuto all’aiuto, lo si riesce ad individuare all’interno della famiglia, ma nei casi in cui non si presenti tale condizione, è possibile trovare un supporto assistenziale, nei centri di cura, dove un personale sanitario qualificato, potrà offrire assistenza alla persona malata, in attesa che il proprio familiare sia nuovamente in grado di adempiere all’incarico. E’ per questo motivo che il nostro periodico si avvale oggi del contributo di Casa di Riposo – Villa delle Rose, per approfondire il tema dell’assistenza e della figura che si prende cura del malato, al di fuori della struttura sanitaria.

Villa delle Rose è una struttura che si dedica alla cura e all’assistenza a breve e a lungo termine, dei suoi ospiti. Grazie alle diverse figure professionali di cui dispone e di un team sanitario di eccellenza composto da medici, fisioterapisti, infermieri e OSS, è possibile predisporre l’organizzazione di servizi finalizzata al soddisfacimento dei migliori standard assistenziali.

Cortesia ed Accoglienza, sono alla base del nostro operato..”

E’ importante ricordare che un buono stato di salute, deve essere sempre percepito nella sua visione di insieme, dove componente fisica e mentale vanno di pari passo. Ecco perché una struttura all’avanguardia, deve essere in grado di offrire diverse tipologie di servizi, mirate a soddisfare esigenze differenti e senza mai dimenticare la cura e il benessere dei propri assistiti. I soggiorni a lungo termine per esempio, offrono attività diversificate attraverso un progetto personalizzato, mirato al mantenimento dello stato di autosufficienza. L’obiettivo primario infatti, la dove è possibile intervenire, è sempre quello di aiutare a preservare quelle che sono le funzionalità cognitive e motorie, anche mediante l’ausilio di attività conviviali all’interno della comunità.

  • Facebook
  • cinguettare
  • LinkedIn
  • Pinterest

I soggiorni brevi invece, costituiscono una soluzione rivolta soprattutto alle persone che vengono assistite presso il proprio domicilio o per chi necessita di cure riabilitative, con lo scopo di garantire un periodo di riposo alle famiglie, ma evitando un ricovero ospedaliero improprio, quando le condizioni cliniche non lo richiedono. Può essere un valido alleato nelle condizioni di disagio temporaneo familiare, dove ci si trova impossibilitati a fornire un’ assistenza adeguata. Affidarsi ad una struttura competente infatti, capace di soddisfare le esigenze del proprio “ospite”e allo stesso tempo, fornire appoggio alla famiglia, prendendosi cura del proprio familiare, favorisce uno stato di equilibrio fisiologico e fondamentale.

L’ assistenza è qualcosa di cui tutti abbiamo bisogno”

  • Facebook
  • cinguettare
  • LinkedIn
  • Pinterest

Ricordiamolo sempre, l’assistenza è qualcosa di cui tutti abbiamo bisogno! E’ quella forza di cui non è possibile fare a meno, la risorsa che rimane al tuo fianco fornendoti sostegno, quella rete di aiuti che lavora per il raggiungimento di obiettivi, e quando l’obiettivo è la salute, è vietato lasciarsi andare. Prendersi cura degli altri è sempre un gesto nobile, avere cura di se stessi, è ciò che lo rende possibile, non dimentichiamolo!