Acqui Terme, città “calda” del Monferrato

Acqui Terme, suggestiva località termale dal prestigioso passato romano, è come un gioiello prezioso incastonato tra vigneti e panorami mozzafiato, i quali nel 2014 hanno ottenuto il riconoscimento come Patrimonio Mondiale UNESCO per la loro straordinaria bellezza.
Situata nell’incantevole territorio dell’Alto Monferrato, la cittadina si distingue per l’abbondanza di atmosfere suggestive, scenari pittoreschi, elementi artistici e prelibatezze eno-gastronomiche.

Gli imponenti resti dell’acquedotto romano che si stagliano lungo il corso del fiume Bormida testimoniano come l’acqua sia sempre stato l’elemento vitale di questa città, che offre ai suoi visitatori un’invidiabile combinazione di arte, cultura, storia, eccellenze gastronomiche, charme ed accoglienza Italiana che la rendono una destinazione unica ed accattivante.

Cosa fare ad Acqui Terme

Tutta la storia della città è raccolta nel Castello dei Paleologi. La fortezza è stata eretta a scopo difensivo e la sua funzione è rimasta tale fino al XVIII secolo, quando passò nelle mani dei Savoia che lo adibirono a carcere. Le mura del castello oggi ospitano il Museo Archeologico di Acqui Terme, tre sezioni per sei sale in cui viene ripercorsa l’evoluzione della città, dalla preistoria, al medioevo, passando per la storia dei Liguri Statielli e la trasformazione romana.

All’uscita della fortezza, si comincia a scendere percorrendo le vie antiche fino a raggiungere Piazza Duomo, dove si trova la Cattedrale di Maria Assunta, originariamente di impianto romanico a tre navate, rifatta però completamente tra il XVI e il XIX secolo.

acqui terme la bollente qui salute
  • Facebook
  • cinguettare
  • LinkedIn
  • Pinterest

acqui terme la bollente qui salute
  • Facebook
  • cinguettare
  • LinkedIn
  • Pinterest
La Bollente – Acqui Terme

Arrivati nella parte più pianeggiante, la città si fa viva di negozi e ristoranti e le stradine conducono alla famosa Piazza della Bollente. Qui si trova un’edicola-tempietto eretto alla fine dell’ottocento, che evidenzia la sorgente de La Bollente da cui sgorga acqua termale salso-bromo-iodica con una temperatura di 75°C. Insieme al Lago delle Sorgenti e all’Acqua Marcia rappresenta una delle tre fonti impiegate negli stabilimenti di cura acquesi. Le sue acque si usano nella terapia di affezioni reumatologiche, ortopediche, otorinolaringoiatria, pneumologia angiologia e ginecologia, ma può anche servire in medicina estetica ed in dermatologia.

Il legame che Acqui ha con l’acqua è testimoniato dall’Acquedotto Romano, nata per portare in città le acque del Lagoscuro. Certo, gli scopi termali dell’Acquedotto Romano sono indiscussi e non si tratta dell’unica opera legata a questa finalità: un altro esempio è costituito, infatti, dai resti della piscina romana di Corso Bagni. I resti dell’Acquedotto Romano di Acqui sono tra quelli meglio conservati nella loro categoria, in tutto il Nord Italia e per questo vale la pena di far loro visita!

acqui terme acquedotto qui salute
  • Facebook
  • cinguettare
  • LinkedIn
  • Pinterest

acqui terme acquedotto qui salute
  • Facebook
  • cinguettare
  • LinkedIn
  • Pinterest
Acquedotto Romano – Acqui Terme

E come non parlare delle famose Big Benches, ovvero le “Grandi Panchine”? Piccoli capolavori nati dall’idea di Chris Bangle, artista Americano residente a Cuneo. Si conta di arrivare presto a 100 tra Piemonte e Lombardia: un’esperienza unica in cui ritornare bambini, viaggiare con la mente e godersi dall’alto le bellezze mozzafiato del nostro territorio autentico. E pensate, per ogni nuova panchina, viene creato un timbro per siglare i passaporti dei visitatori.