Mercoledì 8 maggio si è tenuta la presentazione ufficiale del progetto SInISA, il Sistema Integrato di screening e data governance basato su marcatori di invecchiamento e sulla predizione di Sviluppo di patologie emato-oncologiche e cardiovascolari nella popolazione adulto/anziana.
L’evento ha visto la partecipazione di tutti i partner del progetto: ecco qualche momento della giornata.

I relatori dell’evento

Introdotti da Giampaolo Brichetto, presidente CTS polo scienze della vita regione Liguria e da Luciano Grasso, Health City Manager del Comune di Genova, la presentazione del progetto SInISA è entrato nel vivo con Massimo Angileri, CEO Gruppo Dedalus Italia, il Prof. Francesco Frassoni, Referente Scientifico Progetto SInISA, Davide Guerri, Coordinator of the R&D cofunded projects del Gruppo Dedalus, Emanuela Marcenaro, Professoressa Ordinaria Università di Genova e Referente per SInISA, Antonio Sciarappa, P.I. Deep Digital Technologies Area di Leonardo Labs.
Nelle prossime settimane presenteremo tutti i protagonisti di SInISA, i quali spiegheranno gli obiettivi del progetto, le ricadute che avrà e il ruolo di ciascuna azienda coinvolta.

Chi sono le aziende protagoniste del progetto SInISA?

SInISA è il risultato di un partenariato tra pubblico e privato che vede:

  • DEDALUS Italia S.p.A. (capofila del progetto) – Leader di mercato nel settore ICT for Health a livello Italiano, in un gruppo leader a livello europeo e uno dei più importanti al mondo. Nell’ambito del progetto SInISA si partirà da uno stato dell’arte che prevede sistemi informativi, messi a disposizione dalla stessa Dedalus, in grado di gestire questi processi essendo principale fornitore di software sanitari e diagnostici a livello globale.
  • LEONARDO – Principale azienda industriale italiana e tra le prime società al mondo nell’Aerospazio, Difesa e Sicurezza, partecipa al progetto SInISA attraverso la propria Unità Organizzativa Cloud Computing e l’area di ricerca AI dei Leonardo LABS.
  • GENARTIS – Start-up innovativa, nata come spin-off dell’Università di Verona nel 2019, che offre servizi nel campo della genomica personalizzata e del sequenziamento del DNA. Nell’ambito di questo progetto, Genartis si occuperà della messa a punto del pannello di arricchimento dei geni selezionati e del loro sequenziamento.
  • RULEX – Rulex Innovation Labs (Piccola Impresa Innovativa) rappresenta invece una specifica verticalizzazione delle competenze, su un tema, quello dell’analisi avanzata dei dati, basate anche su tecniche di intelligenza artificiale, che sarà sempre più determinante nella realizzazione e gestione di sistemi informativi clinico sanitari.
  • CHERRYCHAIN – Altra competenza verticale, fondamentale però per il settore, è quella espressa da CherryChain focalizzata appunto su tecnologie innovative per la sicurezza e la tutela dei dati sensibili.
  • UNIVERSITA’ DI GENOVA – Nell’ambito del partenariato del progetto SInISA è presente come Organismo di Ricerca l’Università di Genova tramite il proprio Dipartimento di Medicina Sperimentale (DIMES) / Centro Strategico di Ateneo SRV dell’Università di Genova. In particolare, il progetto SInISA si avvarrà della collaborazione con il laboratorio di Immunologia Molecolare coordinato dalla Prof.ssa Emanuela Marcenaro, specialista in Patologia Clinica e Professore Ordinario di Istologia. Il ruolo del DIMES e della prof.ssa Marcenaro sarà molto importante nella fase di definizione del Processo di Screening, attività coordinata direttamente da DIMES, e nella definizione dello studio clinico.
  • VIS – Virtual Immersions in Science (MPI) è il primo spin-off nella secolare storia della Scuola Normale Superiore di Pisa, nato nel novembre del 2019. VIS è una startup innovativa la cui mission è la comunicazione di scienza e conoscenza a un vasto pubblico, nazionale e internazionale, tramite la produzione, diffusione e promozione di contenuti multimediali per la divulgazione scientifica e culturale basati su metodi e strumenti tecnologici innovativi.
  • La forza del consorzio si completa e si rafforza grazie anche alle collaborazioni attivate con infrastrutture e centri di ricerca. In primis, con la ASL5 Ligure che supporterà i partner sia nella definizione del modello organizzativo a supporto di nuovi processi di screening basati su marcatori di Invecchiamento e sulla predizione di Sviluppo di patologie emato-oncologiche e cardiovascolari, sia nel pianificare e gestire una reale sperimentazione sul territorio della soluzione integrata realizzata dai partner. Da un punto di vista clinico-scientifico, la sperimentazione sarà arricchita dalla collaborazione con Weizmann Institute di Israele da cui il progetto SInISA ha ricevuto una lettera di endorsement.