L’olio di cocco, estratto dalla polpa della noce di cocco, è un prodotto che non tutti conoscono, nonostante le sue molteplici proprietà benefiche. Oltre ad essere considerato un vero e proprio elisir di bellezza, è anche una fonte di grassi sani. Ricco di acidi grassi saturi, come l’acido laurico e l’acido miristico, l’olio di cocco ha una consistenza solida e bianca che si scioglie a contatto con la pelle. Inoltre, contiene vitamine importanti come la E e la A, che aiutano a contrastare i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento cutaneo.

L’olio di cocco è un prodotto versatile che può essere utilizzato sia in cucina che nella cosmesi, offrendo numerosi benefici. Ecco alcuni modi per sfruttarlo al meglio:

5 modi per utilizzare l’olio di cocco

Indipendentemente dall’uso previsto, è fondamentale ammorbidire il prodotto con una spatola o scaldarlo a bagnomaria. Può essere impiegato in cucina o nel settore della cosmesi per prendersi cura della bellezza e del benessere di capelli, pelle del viso e del corpo, mani e unghie. In cucina, si presenta come un’alternativa valida a burro e margarina. Inoltre, è possibile utilizzarlo per la preparazione di formaggi senza lattosio.

Per la pelle

L’olio di cocco, ricco di vitamina E, offre proprietà emollienti e lenitive, che lo rendono efficace nel mitigare le irritazioni cutanee come scottature (anche da ceretta) e dermatite seborroica. Combatte efficacemente la secchezza della pelle e protegge l’epidermide dai danni dei radicali liberi. Per un’applicazione ottimale, è consigliabile riscaldare il prodotto nel palmo della mano oppure, se si desidera arricchirlo con oli essenziali, mescolarlo delicatamente con una spatola all’interno di un contenitore. Inoltre, può essere impiegato come delicato struccante per il viso.

Ecco la ricetta per uno scrub dolcissimo 👉 In una ciotola mescola olio di cocco, mezzo bicchiere di zucchero, 2-3 cucchiaio di sale fino e, se lo desideri, qualche goccia di olio essenziale di gelsomino: il profumo delle notti d’estate a lungo sulla pelle.

Per i capelli

L’olio di cocco è noto principalmente per i suoi benefici sui capelli secchi, crespi e opachi, nonché per la sua capacità di contrastare le doppie punte. Per affrontare il crespo, si consiglia di utilizzarlo insieme al burro di karitè e all’olio essenziale di ylang-ylang. Dopo aver creato il composto, si applica sui capelli bagnati e si lascia in posa per circa 30 minuti, quindi si procede con il lavaggio usando lo shampoo per eliminare i residui. Per dare lucentezza ai capelli opachi, si può aggiungere olio di ricino al composto, che offre anche protezione dai danni causati dal sole. Inoltre, per contrastare i pidocchi, si può preparare un impacco miscelando l’olio di cocco con olio di Neem e sei gocce di olio essenziale di lavanda. Questo impacco va applicato sui capelli umidi e lasciato in posa per un’ora prima di procedere con lo shampoo.

Per i denti e la bocca

Molti non sono consapevoli del fatto che l’olio di cocco è impiegato anche nell’oil pulling, una pratica che consiste nel risciacquo della bocca con oli vegetali al mattino. Questo olio viene utilizzato per lenire e calmare le infiammazioni, oltre che per contrastare la formazione di placca e tartaro, sbiancare i denti e prevenire le carie. Inoltre, è efficace per la pulizia della lingua. In combinazione con il burro di karité, l’olio di cocco viene impiegato nella preparazione dei balsami labbra poiché aiuta a contrastare efficacemente la secchezza e le screpolature delle labbra.

Per la salute

Per via delle sue proprietà lenitive, l’olio di cocco è utilizzato per trattare le emorroidi, spesso combinato con il gel di aloe vera, e anche per contrastare le smagliature. Infatti, può essere efficace nella prevenzione della loro formazione durante la gravidanza, l’allattamento e l’adolescenza. Ciò è dovuto al fatto che l’olio di cocco sembra stimolare le cellule dell’epidermide, promuovendo la produzione di collagene ed elastina e prevenendo così la comparsa di smagliature.

Per la cucina

Molte persone utilizzano l’olio di cocco anche in cucina, e se viaggi in destinazioni tropicali, lo troverai spesso presente in molte ricette locali. L’olio di cocco alimentare rappresenta un’ottima alternativa al burro e alla margarina. È inoltre uno degli ingredienti principali dei formaggi vegetali, utilizzati soprattutto nei prodotti vegani poiché privi di latticini.